RUSSIA. Nucleare russo per Buenos Aires, meglio se galleggiante 

60

Russia e Argentina hanno firmato un documento strategico, che prevede una migliore cooperazione nell’uso pacifico dell’energia nucleare. Lo ha annunciato il 2 dicembre la società russa Rosatom; l’azienda russa ha detto che l’accordo è stato firmato a margine del vertice del G20, confermando la partnership dell’Argentina e della Russia nel settore dell’energia nucleare.

Alla cerimonia ufficiale hanno partecipato sia il presidente della Russia, Vladimir Putin, sia il presidente dell’Argentina, Mauricio Macri. Il Ceo Rosatom Alexey Likhachev ha firmato il documento a nome della Russia, Javier Iguacel, ministro dell’Energia argentino, ha firmato a nome dell’Argentina. «Il documento firmato ci permetterà di ampliare la cooperazione esistente con i nostri partner argentini. Tutti noi, a Rosatom, siamo certi che questo passo incentiverà la nostra cooperazione reciprocamente vantaggiosa nell’applicazione della tecnologia nucleare per scopi pacifici», ha detto Likhachev, ripreso dal turco Daily Sabah. Ha detto che una delle aree fondamentali della cooperazione reciproca delineata nel documento è lo sviluppo di varie strategie di esecuzione dei progetti da applicare ai progetti di costruzione di centrali nucleari di grande e piccola capacità in Argentina.

«L’accordo prevede anche di lavorare su progetti di attuazione congiunta nei paesi del terzo mondo. Ciò include la costruzione di centri di ricerca e lo sviluppo delle capacità del personale. Infine, il documento offre l’opportunità di una cooperazione congiunta in una pletora di settori, compresa la ricerca congiunta e la formazione del personale», prosegue Likhachev. Secondo il documento, le parti prenderanno in considerazione anche la possibilità di un’operazione congiunta per quanto riguarda una serie di centrali nucleari galleggianti, su design e progetto russo.

Rosatom ha dichiarato che, tenendo conto della costruzione completata della prima centrale nucleare galleggiante del mondo, la Akademik Lomonosov, alla cerimonia è stata firmata anche una tabella di marcia di cooperazione sull’attuazione di specifici progetti russo-argentino nell’uso pacifico dell’energia nucleare.

Maddalena Ingrao