RUSSIA. Mosca vende gli S400 ad Ankara

212

I presidenti di Russia e Turchia, Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan si incontrano il 3 maggio per discutere di rapporti bilaterali, questioni regionali e internazionali tra cui la crisi in Siria. Lo rende noto il servizio stampa del Cremlino, ripreso da Ria Novosti.

«Il 3 maggio, su invito del presidente russo Vladimir Putin, il presidente della Repubblica di Turchia Recep Tayyip Erdogan si recherà in visita in Russia per una visita di lavoro. Nel corso dei prossimi colloqui a Sochi, i leader si confronteranno su tutta la gamma delle relazioni russo-turche, anche nel contesto degli accordi raggiunti il 10 marzo a Mosca nella sesta riunione del Consiglio di cooperazione ad alto livello», si legge nel comunicato uscito il 29 aprile scorso.

Tra i temi in agenda i problemi regionali e internazionali, in primo luogo relativi alla lotta comune contro il terrorismo e la soluzione della crisi siriana.

Mosca e Ankara, inoltre, hanno già raggiunto un accordo di massima per la fornitura di sistemi missilistici antiaerei russi S-400, ha detto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu.

Anche di questo discutono i due presidenti oggi a Sochi, ha detto Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino. «Abbiamo concordato in linea di principio con la Russia l’acquisto di sistemi S-400. I negoziati per la produzione congiunta, e il prezzo di un sistema missilistico da un paese Nato non sono inclusi nella nostra posizione» ha detto Cavusoglu in un’intervista rilasciata a Haberturk.

I rappresentanti dei funzionari russi e turchi hanno ripetutamente detto che Mosca e Ankara stavano negoziando la fornitura di S-400. Secondo il direttore di Rostec, Sergei Chemezov, la Turchia è pronta ad acquistare gli S-400 nel caso in cui la Russia fissi un prestito le cui trattative sono attualmente in corso con il ministero delle Finanze russo.

La Russia non vede ostacoli per l’eventuale fornitura di sistemi missilistici anti-aerei S-400 alla Turchia nonostante la sua appartenenza alla Nato.

Graziella Giangiulio