RUSSIA. Mosca sta ultimando la sua parte di Nord Stream 2

68

Circa 40 km devono ancora essere costruiti per completare la parte russa del gasdotto Nord Stream 2, ha detto il vice presidente del consiglio di amministrazione di Gazprom Vitaly Markelov: «Degli 880 km del gasdotto Gryazovets-Slavyanskaya, ci sono rimasti solo 40 km per i lavori di saldatura e montaggio», riporta la Tass.

Come parte della costruzione del gasdotto per le consegne a Nord Stream 2, è stato previsto di porre due stringhe del gasdotto principale con il diametro di 1.400 mm nella sezione “km 538 – km 852,7” e quattro stringhe con il diametro di 800 mm nella sezione “km 852,7 – km 859,5” dalla stazione di compressione Slavyanskaya alla costa.

Il progetto Nord Stream 2 prevede la costruzione di due linee di un gasdotto con una capacità totale di 55 miliardi di metri cubi di gas all’anno, che dalla Russia all’Europa attraverso il Mar Baltico. Il progetto da 9,5 miliardi di euro dovrebbe entrare in funzione entro la fine del 2019. I partner europei di Gazprom nel progetto sono Wintershall, Uniper, OMV, Engie e Royal Dutch Shell. Essi finanzieranno il 50% del progetto.

Il 1° aprile, l’agenzia di rating Moody’s ha confermato la dichiarazione dell’amministratore delegato della società statale ucraina per l’energia Naftogaz, Andriy Kobolyev, sul ritardo nella costruzione del gasdotto Nord Stream a causa della posizione della Danimarca. Inoltre, l’Agenzia danese per l’energia ha chiesto a Nord Stream 2 AG di preparare una valutazione ambientale di un gasdotto alternativo nella zona economica esclusiva danese.

In precedenza, la Danimarca si era rifiutata di accordarsi sul percorso di Nord Stream 2, che doveva attraversare il suo territorio. La costruzione di questo gasdotto è al centro dell’attenzione internazionale da quando la Russia ha annesso la Crimea nel 2014. La Germania sta cercando di convincere altri paesi a sostenere Nord Stream 2, dal momento che passerà attraverso il Mar Baltico, collegando i fornitori russi con i consumatori europei.

Anna Lotti