RUSSIA. Mosca non vuole partecipare ad una nuova corsa agli armamenti

63

di Anna Lotti RUSSIA – Mosca 27/12/2016 La Russia non ha intenzione di essere coinvolta in una corsa agli armamenti, comprese quelle nucleari. Mosca continuerà ad aderire alla politica di risposte asimmetriche alle minacce dirette verso la Russia, ha detto il presidente del comitato del consiglio della Federazione sulla difesa e la sicurezza, Viktor Ozerov ripreso da Ria Novosti il 23 dicembre.
Nella stessa giornata, Vladimir Putin, nel corso della conferenza stampa di fine anno, ha detto che ci sono i presupposti per una nuova corsa agli armamenti creata dagli Stati Uniti usciti dal trattato Abm. Gli Stati Uniti nel 2011 annunciarono il proprio ritiro unilaterale dal trattato Abm, firmato da Mosca e Washington nel 1972. Secondo Ozerov, «La Russia non può competere con gli Stati Uniti in termini di risorse finanziarie assegnate alle armi e non vuole ripetere l’esperienza dell’Unione Sovietica.

Mosca preferisce utilizzare misure asimmetriche alle minacce portategli; simili risposte, per il capo del Comitato sono «misure per minimizzare la possibilità di attacchi missilistici nucleari, creando sistemi in grado di superare gli altri paesi (…) la Russia non ha intenzione di farsi coinvolgere in una nuova corsa agli armamenti nucleari».