Russia ortodossa: 1025 anni di storia

56

RUSSIA – Mosca, 26/7/13. Il 24 Luglio sono iniziati i preparativi per la celebrazione dei 1025 anni del cristianesimo in Russia, svoltasi ufficialmente il 25 luglio nella Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca.

L’evento è stato accompagnato da processioni in varie città della Federazione oltre che in Ucraina e in Bielorussia. Con il 25 Luglio si intende il giorno della commemorazione della santa Olga, convertitasi segretamente al cristianesimo trent’anni prima dell’effettivo battesimo della Russia, avvenuto sotto Vladimir. La cerimonia continuerà infatti fino al 28 Luglio, per l’appunto il giorno in cui si celebra il primo cristiano russo, con una liturgia nel Monastero delle grotte di Kiev. Oggi, infatti, le delegazioni dei patriarcati presenti a Mosca sono partite con un treno speciale alla volta di Kiev, per iniziare i preparativi per la celebrazione del battesimo.

La liturgia moscovita, celebrata dal patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill, è stata proclamata in russo, slavo ecclesiastico, greco, inglese e arabo. Oltre alla presenza di circa 130 prelati, vi hanno assistito un migliaio di fedeli, in fila per ore per poter pregare sulla croce di Sant’Andrea. Portata  per l’occasione dalla Grecia ed esposta a Mosca dal 19 Luglio, accompagnerà la delegazione religiosa durante tutto il viaggio. Questo santo viene ricordato dagli ortodossi come il primo apostolo che seguì Gesù e si profetizza sia passato per Kiev ponendo le basi della grandezza religiosa di questa città.

Il patriarca ha tenuto un discorso semplice, riassumendo le difficoltà incontrate dal popolo ortodosso nel corso della storia, superate grazie alla forza della sua fede. In particolare si è posta attenzione su come la rinascita sia avvenuta negli ultimi 25 anni, quando, nel compimento del Millesimo anniversario (1988), si poté iniziare a parlare liberamente di religione e Chiesa senza temere la censura. La solennità e la grandezza di questi giorni di festa esprimono l’unità e la forza della Chiesa ortodossa nel mondo. Ieri, inoltre, lo stesso Putin ha accolto al Cremlino per la prima volta nella storia i vertici delle 15 Chiese ortodosse locali, sottolineando il ruolo fondamentale della fede nello spirito nazionale russo.

Al termine della giornata di festa a Mosca, si è tenuto un grande concerto nella Piazza Rossa, in cui si sono alternate musica classica, pop e rock, coinvolgendo tutti i fedeli presenti. I festeggiamenti termineranno il 29 Luglio a Minsk.