SU30 per Teheran

4

IRAN – Teheran 16/02/2016. L’Iran starebbe per firmare un accordo per l’acquisto di caccia Sukhoi Su-30.

Soprannominato in codice Nato Flanker, si tratta di un caccia di fabbricazione russa acquistabile ora che, eliminate le canzoni, Teheran intende aggiornare le sue forze militari. Secondo Ria Novosti e The National Interest, il ministro della Difesa iraniano, generale Hossein Dehghan, ha iniziato una visita a Mosca il 16 febbraio proprio per discutere il potenziale acquisto, e per discutere delle consegne del sistema di difesa aerea e missilistica Almaz-Antey S-300.
Nei gironi precedenti, l’agenzia russa Sputnik citando fonti della Difesa di Teheran riportava che il ministro Dehgan avrebbe discusso anche la consegna dei Su-30 perché la «Difesa ritiene che l’Air Force iraniana ha bisogno di questo tipo di aereo».
In precedenza, l’iraniana Mehr News Agency aveva ripreso quanto detto da Dehghan sulla tv di Stato iraniana: Teheran ha bisogno di concentrarsi sulla modernizzazione della sua forza aerea. A tal fine, Dehghan specificamente aveva citato il Su-30 ma non aveva indicato quale versione del jet russo interessasse a Teheran: «Oggi abbiamo bisogno di prestare attenzione alla forza aerea e agli aerei e cerchiamo di chiudere un accordo con i russi», ha detto il ministro.
Presumibilmente l’Iran vorrebbe una delle varianti avanzate simili a quelle già in linea in India, Malesia, Algeria e Russia. Tuttavia, resta aperta la possibilità, he Teheran opti per la versione base e meno costosa del Su-30M2, anch’esso in servizio nell’aeronautica militare russa . L’Iran non sembrerebbe accontentarsi di acquistare solo il Su-30: Teheran sembra intenzionata a produrre su licenza il velivolo.
La variante Su-30M2, costruita a Komsomolsk sull’Amur nell’ Estremo Oriente della Russia, è priva delle configurazione canard del Su-30 e ha motori diversioltre a possedere un’avionica meno completa. In entrambi i casi, l’aggiunta di alcuni Su-30 aumenterebbe notevolmente le capacità delle forze aeree iraniane, in gran parte equipaggiate di un mix antiquata di velivoli statunitensi, russi e cinesio.
Il jet più avanzato in linea in Iran è il Grumman F-14A Tomcat, cui si affiancano alcuni MIG-29 acquistati sia dall’Unione Sovietica o bottino di guerra provenienti dall’Iraq. Il resto del suo arsenale è composto da F-4 Phantom IIs, dai cinese F-6 e F-7, derivati ​​del MiG-19 e MiG-21.