RUSSIA. Il missile ipersonico sarà operativo dal 2020

122

La Russia ha testato con successo l’object 4202 (Yu-71 e Yu-74) un’arma ipersonica, che potrebbe portare una testata nucleare, due volte nel 2016. Il terzo test noto del dispositivo è stato effettuato nell’ottobre 2017 e non è stato un successo, perché il “veicolo slittamento ipersonico”, questo il nome tecnico, si è schiantato pochi secondi prima di colpire il bersaglio.

Questa notizia, lanciata da Cnbc, arriva a oltre due mesi dall’annuncio fattone dal presiedete Putin che ha definito “invincibile” il crescente arsenale ipersonico russo.

Il “veicolo a slittamento ipersonico”, chiamato Avangard, è progettato per essere collocato in cima a un missile balistico intercontinentale. Una volta lanciato, usa le forze aerodinamiche per navigare in cima all’atmosfera. Secondo un rapporto dell’intelligence statunitense, questi veicoli ipersonici erano montati su missili balistici intercontinentali SS-19.

Non è chiaro se l’Avangard sarà equipaggiato con esplosivo o con armi nucleari, ma la sua precisione e velocità vengono ritenute sufficienti ad annientare gli obiettivi e bloccare le contromisure. Mosca sta sviluppando da tre decenni un’arma che può viaggiare almeno cinque volte la velocità del suono. I russi dovrebbero con probabilità condurre un quarto test questa estate.

L’Avanguard sarebbe dotato di contromisure a bordo in grado di sconfiggere anche i sistemi di difesa missilistica più avanzati, come quelli Usa; è anche altamente maneggevole e imprevedibile, difficile da rintracciare. L’intelligence Usa calcola che l’Avanguard russo possa avere capacità operativa iniziale entro il 2020, consentendo così al Cremlino di superare gli Stati Uniti e la Cina.

Durante un discorso sullo stato della federazione tenuto a marzo, Putin aveva annunciato la disponibilità di un arsenale di armi nucleari ipersoniche, che ha descritto come “invincibili”.

Il presidente russo ha poi affermato che Avangard era in grado di raggiungere gli obiettivi a una velocità di 20 volte superiore a quella del suono e colpire “come una palla di fuoco”; annunciandone poi la produzione in serie.

Anna Lotti