RUSSIA. Dove vanno a spendere i turisti russi?

336

Inizia la stagione turistica 2017 e dove andranno  o stanno andando i turisti russi? Secondo quanto riporta Ria Novosti non è ancora chiaro ma già si fanno notare i trend per Turchia e Sochi.

In Turchia è andato un terzo dei turisti russi che hanno scelto le vacanze di maggio all’estero.

Secondo i dati ufficiali, le tendenze del turismo verso l’estero mostrano un buon ritmo nelle vendite rispetto allo scorso anno. La domanda complessiva del mercato verso la Grecia, ad esempio, è aumentata del 15-20%, verso la Repubblica Ceca, fino al 30%. L’aumento più significativo della domanda turistica nelle vacanze di maggio si è registrato verso Cipro e Italia.

Per quanto riguarda i viaggi individuali e per i gruppi aerei le tre destinazioni europee più popolari tra i russi vedono l’Italia, la Repubblica Ceca e la Germania; il numero di prenotazioni per questi paesi è aumentato rispetto all’anno precedente del 105%, 109% e 82%, rispettivamente, seguono poi Spagna e Francia.

Questo dati dimostrano che il potere d’acquisto dei cittadini russi sta crescendo di nuovo: nel primo trimestre del 2017 la spesa all’estero è aumentata del 40% rispetto allo scorso anno.

La Turchia si è nuovamente aperta verso i turisti russi; con ampie garanzie delle autorità per quanto riguarda livello dei servizi e sicurezza, fornita anche dalla polizia locale.

Il quotidiano Daily Sabah, nei giorni scorsi, riportava la creazione di nuove unità di polizia, concentrate sulla sicurezza dei turisti.  Ad Antalya, però, sono state fatte ulteriori restrizioni al consumo di alcol, ad esempio. Non si possono  bere alcolici al di fuori di hotel e dei pub situati nelle città. È inoltre vietata qualsiasi manifestazione di ubriachezza pubblica: i trasgressori rischiano una multa di 100 lire turche.

A livello interno è Sochi a farla da padrona, nonostante il dato negativo del flusso turistico interno. Le statistiche dimostrano che, nonostante il relativo calo delle vendite, i resort russi in questo periodo non hanno registrato un calo delle presenze: tra il 29 aprile e il 1 maggio, l’aeroporto di Soci ha gestito oltre 50 milioni di passeggeri, e Antalya nello stesso periodo, circa 30 mila turisti dalla Russia.

Graziella Giangiulio