FSB: 2400 russi in DAASH

10

RUSSIA – Mosca 20/09/2015. Quasi 2.400 cittadini russi hanno aderito allo Stato islamico.

Il dato è stato fornito dal generale Sergei Smirnov, vice direttore del Servizio di Sicurezza Federale (Fsb) della Federazione russa. Smirnov non ha detto dove stessero combattendo i militanti islamici russi, ma ha anche detto che un grande numero di volontari provenienti dall’Asia centrale era andato a combattere per Daash, portando il totale dei russi e asiatici centrali a più di 5.000 unità. Si tratta di un numero più grande rispetto alle precedenti stime russe di tutti militanti provenienti dall’ex Unione Sovietica. Daash ha diffuso la sua influenza tra le comunità musulmane nel Caucaso settentrionale, appartenente alla Russia, e molti dei russi nelle sue fila sarebbero ceceni, mentre le principali nazionalità dei volontari Daash provenienti dall’Asia centrale sono uzbeka, kazaka e turkmena. Secondo le stime di intelligence, Daash ha circa 20mila combattenti stranieri, la maggior parte di loro arabi; mentre almeno 3.400 dei 20mila totali provengono dall’Europa occidentale.