Gas russo per Pechino via Astana

43

RUSSIA – Mosca 24/03/2015. Astana ha offerto a Mosca un percorso alternativo per le forniture di gas naturale alla Cina.

Secondo l quotidiano Kommersant, il transito avverrebbe attraverso il Kazakhstan, stando a quanto affermnato dalle colonne del giornale russo dal capo della compagnia statale petrolifera e del gas kazaka KazMunayGas, Sauat Mynbayev il 24 marzo.
Secondo Mynbayev, è possibile utilizzare il percorso esistente dalla Russia, a sud del Kazakhstan attraverso i gasdotti Bukhara-Ural e Bozoi-Shymkent. Il Kazakhstan offre già a Gazprom l’utilizzo delle infrastrutture esistenti del paese per esportare il gas in Cina. Gazprom rfornisce attualmente le regioni meridionali del Kazakhstan attraverso il gasdotto Bukhara-Ural, poi il gas viene pompato nella Bozoi-Shymkent, collegato con il gasdotto Central Asia-China, attraverso il quale Pechino riceve il gas dal Turkmenistan. «Per quanto riguarda la possibilità di rifornire potenzialmente di gas la Cina su questa rotta, posso die che questo interesse sicuramente esiste», ha detto Mynbayev. Secondo lui, attualmente il gasdotto Bozoi-Shymkent a causa della bassa pressione nelle condutture non può essere pompato nel gasdotto Central Asia China. Tuttavia, il Kazakhstan intende aumentare la capacità del gasdotto Bozoi-Shymkent da 2500 a 10.000 milioni di metri cubi con l’installazione di tre stazioni di compressione.