Moneta unica per la CEEA

43

RUSSIA – Mosca. 10/03/15. La probabilità mettere in cantiere una moneta unica per l’Unione monetaria sulla base della CEEA (Unione eurasiatica) attualmente tende a zero.

A dirlo in un’intervista con l’agenzia di stampa REGNUM il 10 marzo, il capo del dipartimento di analisi di Grand Capital, Sergei Kozlovsky, commentando l’ordinanza del presidente russo Vladimir Putin e della Banca centrale del governo russo per determinare la fattibilità di creare un’unione monetaria CEEA prima del 1 settembre 2015. «Anche se l’iniziativa è vista come una guida per dare vita alla moneta unica, utilizzare il rublo come moneta di riserva regionale, non accoglie il favore di tutti, se, per esempio, la moneta bielorussa ancora meno stabile, il kazako attualmente non mostra un livello di svalutazione» ha detto l’esperto. Il rublo russo ha il potenziale per «non diventare una valuta di riserva, anche a livello regionale», e la ragione di questo è «la dipendenza del valore del rublo a fattori esterni in misura maggiore rispetto a quello interno, dice Kozlowski. Secondo lui, nel quadro della CEEA è più probabile dare vita a un “ibrido” di valuta, come è successo con l’euro». Allo stesso tempo, si dovrebbe pensare in generale sull’opportunità di una tale unione, dice Kozlowski. «L’esperienza europea può essere molto utile: L’Unione CEEA ancora una volta deve affrontare le stesse sfide, tra cui l’impossibilità di regolazione flessibile del valore della moneta, e questo, a sua volta, permette di apportare modifiche locali, come la svalutazione o rivalutazione, che sono molto necessarie» ha concluso Kozlovsky.
Il presidente russo Vladimir Putin ha incaricato la Banca centrale e il governo prima dell’1 settembre 2015 per determinare la fattibilità di creare un’unione monetaria CEEA, secondo il sito web del Cremlino. In questi termini, è necessario sviluppare un meccanismo di cooperazione con la Commissione economica eurasiatica e, se necessario, per preparare le modifiche delle leggi e dei regolamenti della Federazione russa.