A nove anni da Beslan

127

RUSSIA – Mosca 03/09/2013. Nove anni sono trascorsi dalla strage di Beslan.

Più di 300 ostaggi, in gran bambini al loro primo giorno di scuola, furono uccisi da terroristi ceceni legati al Qaeda nella città osseta di Beslan. La cerimonia moscovita è avvenuta nei pressi del monumento che commemora la tragedia; 334 palloncini bianchi, l’esatto numero delle vittime sono stati lanciati nel cielo.

Centinaia di studenti hanno pii deposto fiori e giocattoli presso il monumento posto al di fuori della Chiesa della Natività della Beata Vergine Maria nel quartiere Kitai-Gorod. Un commando armato di separatisti sequestrò l’intera scuola nel nord della Repubblica dell’Ossezia, parte della Federazione russa, il primo settembre 2004, durante la festa per il primo giorno scolastico. I terroristi chiedevano l’indipendenza della Cecenia, la repubblica vicina a quella dell’Ossezia teatro di due guerre civili dalla caduta dell’Unione Sovietica. L’assedio durò tre giorni prima che le forze di sicurezza russe presero d’assalto l’edificio. Mosca ora celebra il 3 settembre come «giornata di solidarietà nella lotta contro il terrorismo».