Nuovo sistema di gestione del rischio per BCR

48

RUSSIA – Mosca. 02/09/14. La Banca di Russia ha iniziato a sviluppare un nuovo sistema di gestione dei rischi. Ciò deriva dal numero d’ordine P-601, che viene firmato dal presidente della Banca centrale Elvira Nabiullina, Notizia pubblicata dalla testata isvestia.ru.

Secondo il documento, il sistema sarà sviluppato con il coinvolgimento dell’ufficio russo della società americana Oliver Wyman. Tutti i capi reparto sono tenuti a controllare, secondo l’ordine, a fornire entro tre giorni tutte le informazioni richieste consulenti americani per effettuare la valutazione del sistema di gestione dei rischi esistente nella Banca di Russia. Come spiegato a “Izvestia” dalla Banca Centrale, «vi è la necessità di cambiare il modello di gestione del rischio a causa di cambiamenti nell’economia globale e nell’economia della Russia». 
«La crisi economica globale del 2008-2012 ha imposto alle banche centrali dei paesi sviluppati di rivedere il sistema di gestione del rischio » ha detto nel servizio stampa della Banca Centrale in un comunicato. La Banca di Russia non ha fatto in questa eccezione. Come un mega-regolatore e l’istituto finanziario Banca di Russia deve prestare maggiore attenzione alla gestione dei rischi. External Auditor della Banca di Russia – un consorzio di società ZAO “PricewaterhouseCoopers” e OOO “FBC” – ha sottolineato nelle raccomandazioni del Consiglio Nazionale delle finanze (NFB) La necessità di una funzione centralizzata di gestione del rischio. NSF, che insieme con il Presidente della Banca di Russia è composto da rappresentanti di entrambe le autorità legislative ed esecutive, ha approvato queste raccomandazioni.
Secondo il servizio stampa, la selezione di un consulente è venuto su base competitiva da parte delle organizzazioni accreditate dal Comitato di gara della Banca di Russia (tra cui ZAO “PricewaterhouseCoopers Audit” LLC, “Ernst & Young”). Uno dei criteri principali per la selezione del consulente, che è stata venduta a OOO “Oliver Wyman” ha avuto esperienza nello sviluppo della gestione del rischio per le banche centrali e le autorità di regolamentazione finanziaria dei paesi sviluppati.