La fortezza artica

5

RUSSIA – Mosca 25/07/2015. Il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, ha definito la creazione di infrastrutture, il miglioramento della rete di decollo e l’introduzione di tecnologie avanzate, tra le priorità delle forze armate russe nella regione artica.

Secondo quanto riportato dall’agenzia Sputnik, Shoigu, il 24 luglio, ha detto che i programmi di sviluppo del governo di Mosca si concentrano sulle infrastrutture militari nell’Artico, nel miglioramento della rete dei campo d’aviazione e nell’introduzione di tecnologie avanzate per facilitare la logistica per le truppe artiche. La Russia è attualmente all’avanguardia in termini di sviluppo di infrastrutture militari artiche, secondo Sputnik che cita una analisi della Difesa statunitense degli inizi di luglio 2015. Sotto l’Artico si stima ci siano vaste riserve non sfruttate di petrolio e gas; i cinque dei paesi Circolo polare artico, Stati Uniti, Russia, Canada, Norvegia e Danimarca, sono interessati a esplorarle e la Russia considera lo sviluppo delle sue regioni artiche una priorità assoluta. Attraverso la formazione di una forza aerea, di forze di difesa aerea e di un vasto sistema di sorveglianza, Mosca, infatti, starebbe portando a livelli di eccellenza la sua Flotta del Nord.

Lo sviluppo di questi asseti difensivi alla fine del 2014: «Abbiamo iniziato lo sviluppo della forza aerea e delle forze di difesa aerea eserciti nei ranghi della Flotta del Nord”, disse l’ammiraglio Vladimir Korolev, comandante della Flotta del Nord. L’ammiraglio Korolev aggiunse che la Flotta del Nord stava sviluppando «il sistema di tracciamento più avanzato», già parzialmente in funzione, per la creazione di un quadro unico di riferimento dei movimenti in aria e in superficie.
Alla fine del 2014, la Russia creò un comando strategico congiunto utilizzando la Flotta del Nord, con il compito di tutelare gli interessi nazionali della Russia nella regione artica.
Il 25 luglio, Mosca ha annunciato esercitazioni congiunte per la difesa delle strutture di importanza strategica nella regione artica entro nel 2015. L’ammiraglio Korolev ha detto che_ «Il più interessante e intenso addestramento al combattimento di quest’anno sarà l’esercitazione congiunta in difesa degli obiettivi di rilevanza strategica ed economica. Sarà la prima volta».
Korolev ha aggiunto che vi prenderanno parte le forze d’assalto anfibio e le divisioni di fanteria motorizzata dell’Artico che interagiranno con le truppe aviotrasportate e con le forze speciali.
Korolev ha aggiunto che accanto alle esercitazioni, che si terranno nella città settentrionale russa di Norilsk, un altra esercitazione simulerà lo sbarco anfibio utilizzando grandi navi da sbarco su una spiaggia nelle Isole della Nuova Siberia nell’estremo nord della Russia. La dottrina militare russa, siglata dal presidente Putin nel dicembre 2014, inserisce per la prima volta la tutela degli interessi nazionali nella regione artica tra le principali priorità per le forze armate del paese in tempo di pace.