Ruolo delle donne definirà il nuovo Afghanistan

60

AFGHANISTAN – Kabul. Promuovere i diritti delle donne in Afghanistan è fondamentale per evitare che i talebani reintroducano l’Islam radicale, quando la maggior parte delle truppe straniere saranno fuori dal teatro entro la fine del 2014,; a dirlo generale John Allen, comandante delle forze Usa e Nato. Le donne afgane hanno riconquistato diritti fondamentali in materia di istruzione, voto e occupazione da quando i talebani sono stati cacciati nel 2001, ma i timori di un ritorno al passato sono in crescita. Allen ha aggiunto che i talebani avrebbero dovuto ammorbidire le loro opinioni per farsi accettare in un Afghanistan che si è in qualche modo aperto.

Allen ha manifestato la sua fiducia nel cambiamento della condizione femminile il giorno prima di passare il comando al generale Joseph Dunford, ponendo fine ai 19 mesi del suo comando, probabilmente uno dei periodi più difficili della più che decennale guerra.

Allen ha diretto infatti il trasferimento della gestione della sicurezza da ISAF all’esercito e la polizia afgani, in coincidenza con il calo del consenso e del sostegno pubblico per una guerra costosa negli Stati Uniti e nei paesi della coalizione.

Dunford dovrebbe essere ultimo comandante Isaf, supervisionando il ritiro della maggior parte delle truppe straniere.

Nonostante i recenti progressi e le speranza occidentali, l’Afghanistan è stato classificato il paese più pericoloso al mondo per le donne in un sondaggio della Reuters Thomson Foundation nel 2011.

Allen ha detto che la spesa per educare le ragazze, quasi quattro milioni di euro, è fondamentale nel cambiare l’opinione pubblica in un paese di 30 milioni di persone.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRegno Unito addio?
Articolo successivoSamsung vs Apple