Parigi: giudice del genocidio in Ruanda

52

RUANDA – Kigali. 24/05/14. Octavien Ngenzi e Tito Barahira sono imputati per genocidio e crimini contro l’umanità. Fonte Jeune Afrique.

A Parigi i giudici devono ora pronunciarsi sul rinvio a giudizio di due uomini. Questo potrebbe essere il secondo processo in Francia sul genocidio ruandese dopo le accuse a Simbikangwa Pascal, dell’Intelligence ruandese. Molti testimoni hanno accusato Ngenzi e Barahira di essere coinvolti nel massacro “in condizioni spaventose” di centinaia di profughi tutsi mentre si trovavano in una chiesa nella città di Kabarondo in Ruanda orientale, il 13 aprile 1994.
Le accuse sono pesanti Tito Barahira e Ottaviano Ngenzi che succedette alla carica di sindaco di Kabarondo (1977-1986, 1987-1994). Secondo una fonte giudiziaria, questo status avrebbe dato loro un “impatto significativo” sulla popolazione a “una rapida attuazione della politica di genocidio”.