RSF denuncia Assad per la morte di Marie Colvin

41

FRANCIA – Parigi 12/07/2016. Nel 2012, il governo del presidente Bashar al-Assad ha deliberatamente ucciso la giornalista statunitense Marie Colvin in Siria.

Questa è la denuncia di Reporters sans frontières presentata in una corte statunitense il 11 luglio. Rsf e altre organizzazioni hanno intentato una causa in un tribunale federale Usa avendo le prove della responsabilità diretta di funzionari del governo siriano per la morte di Colvin in un bombardamento dell’esercito siriano avvenuto a Homs il 22 febbraio 2012. Marie Colvin (nella foto) che lavorava per il London Sunday Times, è stata uccisa insieme al fotografo francese Rémi Ochlik mentre il giornalista francese Edith Bouvier, il siriano Wael al-Omar e il fotografo inglese Paul Conroy sono rimasti feriti nello stesso bombardamento. I giornalisti, per Rsf, sono stati presi di mira e uccisi perché stavano fornendo informazioni sui crimini dell’esercito siriano contro i civili.