Rosatom annuncia nuovo sito

51

RUSSIA – Mosca 23/11/2014. Un portavoce della Rosatom ha annunciato il 22 novembre che Mosca intende costruire un impianto per lo smaltimento dei rifiuti radioattivi di epoca sovietica nell’Est del paese.

L’annuncio è stato dato per placare le polemiche mediatiche sul fatto che il sito fosse destinato allo smaltimento dei rifiuti nucleari provenienti dall’estero. Ll’impianto dovrà raccogliere i rifiuti radioattivi provenienti da impianti obsoleti di epoca sovietica sparsi per il territorio della Federazione. La costruzione è prevista a partire dal 2015. L’impianto sarà utilizzato anche per gli elementi radioattivi provenienti da navi e sottomarini dismessi. I rifiuti saranno poi confezionati per un ulteriore smaltimento in altre regioni russe, ha poi detto Rosatom. Questo nuovo approccio alla gestione dell’eredità nucleare consentirebbe alle autorità di chiarire dove siano i siti di smaltimento dei rifiuti potenzialmente pericolosi derivanti dalla permissiva normativa di epoca sovietica. Rosatom ha sottolineato che non erano stati sviluppati piani per trattare i rifiuti nucleari provenienti da altri paesi dell’Estremo Oriente, riporta Ria Novosti.