Romania-Italia cooperazione sul fotovoltaico

15

ROMANIA-Slimnic 16/8/2013. La Camera di Commercio Italiana per la Romania ha presentato il progetto per un parco fotovoltaico di 2,2 MWp di potenza nel territorio amministrativo del comune di Slimnic ed «offre il supporto per la ricerca di controparti per la conclusione di contratti di vendita di energia elettrica e Certificati Verdi».

 L’area sulla quale sorgerà il parco ha una superficie di 43.273 mq e si trova a soli 18 Km di distanza da Sibiu, capoluogo del distretto omonimo, nella regione storica della Transilvania, zona con irraggiamento solare di circa 1.250 KWh/m2/anno. Titolare dell’investimento è l’Electric Park, società di produzione di energia elettrica costituita nel 2013.

Le procedure di autorizzazione per la realizzazione del parco sono in fase avanzata. Per ciò che concerne l’autorizzazione alla connessione alla rete elettrica, infatti, sono già state ottenute, da Electrica Distributie Transilvania Sud Spa, la società di distribuzione dell’energia elettrica locale, l’autorizzazione di principio alla connessione, quella per l’ubicazione dell’impianto e quella per il collegamento tecnico (ATR). Quest’ultima è stata rilasciata dopo lo Studiu de solutie (studio di soluzione) affidato ad una società di progettazione dall’ANRE, l’Autorità per l’energia rumena. Presso la stessa ANRE, inoltre, sono state depositate le richieste dell’Autorizatie de Infiintare, dell’Accreditamento per l’ottenimento dei certificati verdi e della licenza di produttore. Relativamente all’autorizzazione di costruzione, invece, sono stati dapprima acquisiti, oltre ai tanti documenti di carattere amministrativo, il P.U.Z. (Planul Urbanistic Zonal), approvato dal Consiglio Comunale di Slimnic lo scorso maggio, ed il Certificat de Urbanism e poi, il 31 luglio, l’Agentia de mediu (l’Agenzia per l’ambiente rumena) ha rilasciato l’autorizzazione riguardante la costruzione dell’impianto, che inizierà a settembre 2013.

Il parco di Slimnic non rappresenta il solo esempio di cooperazione Italia – Romania nel fotovoltaico. A maggio di quest’anno, infatti, nel sud della Romania, a circa 200 Km da Bucarest sono stati inaugurati i due parchi fotovoltaici più grandi del Paese. I due impianti, commissionati da un investitore locale del settore e realizzati grazie alla collaborazione tra Merloni Progetti e SMA Italia, si estendono su una superficie di oltre 110.000 mq e raggiungono un quantitativo energetico di 17 MW di potenza, ovvero circa un quarto del totale della potenza installata. Questi producono circa 22 milioni di Kwh di energia pulita l’anno e rappresentanouno stimolo fondamentale al piano energetico romeno in materia di rispetto dell’ambiente e qualità della vita. Proprio nei prossimi giorni, inoltre, saranno avviati i cantieri per la realizzazione di 3 impianti fotovoltaici “EPC contract” (chiavi in mano) con la fornitura di pannelli in località Lugoj- Darova per complessivi 2,5MWp di potenza installata, frutto degli accordi sottoscritti da TerniEnergia, società attiva nel settore dell’energia da fonti rinnovabile, esocietà romene facenti capo al Gruppo Bissi Holding.

La Romania, nonostante una lenta ascesa nel fotovoltaico, è considerato uno dei paesi più promettenti nel campo delle energie rinnovabili dell’Est Europa, anche per via di un sistema di incentivazione basato sui certificati verdi, ed è perciò un’area di sicuro interesse per le imprese italiane operanti nel settore, visto il notevole vantaggio tecnologico che queste ultime possono vantare rispetto alle aziende romene.