Misericordia in fiore

46

ITALIA – Roma 28/06/2016. Il 29 giugno si terrà su via della Conciliazione, a San Pietro, la sesta edizione dell'”Infiorata Storica” di Roma (organizzata dalla Pro Loco di Roma Capitale), ma i curiosi potranno vedere i maestri infioratori all’opera al Rione Borgo già dalla notte del 28 giugno.

Dalle fonti ritrovate in Vaticano, sembrerebbe che la tradizione di creare quadri per mezzo di fiori fosse nata nella Basilica Vaticana ad opera di Benedetto Drei e di suo figlio Pietro, i quali usarono i petali colorati come tessere di un mosaico per rendere omaggio ai Santissimi Pietro e Paolo, in occasione della festa del 1625, realizzandoli davanti la Basilica di San Pietro. Ma la rilevanza artistica dell’evento consiste nella successiva responsabilità affidata a Gian Lorenzo Bernini, che acconsentì peraltro alla realizzazione di riproduzioni delle proprie opere, sfruttando le tonalità “vive” dei colori floreali. In questo modo, gli affreschi delle volte barocche hanno preso vita per le strade romane del borgo, creando una maggiore vicinanza e simbiosi del popolo con l’allora potere, anche temporale, della Chiesa. Fu proprio in seguito alla direzione del Bernini che l’arte floreale si diffuse ai Castelli Romani, in particolare a Genzano -famosa in tutto il mondo- e a Genazzano. Tale evento, passato forse “in sordina” nelle precedenti edizioni, potrebbe avere quest’anno una importante ricaduta di immagine, in senso positivo, per la Capitale: è prevista una grande affluenza di turisti, ma anche dei media e della stampa. In un momento storico caratterizzato da tensioni internazionali di diverso tipo, l’Arte – quale strumento di condivisione e di unione, ma anche di “caritas” (amore, nel senso latino del termine)- potrebbe essere una ulteriore leva per la diffusione del messaggio del Giubileo.

Un segnale appunto di Misericordia, proprio mentre migliaia di persone vengono salvate sulle coste italiane.