Ritornano gli investimenti stranieri in Argentina

20

ARGENTINA – Buenos Aires 21/09/2016. La General Electric investirà 10 miliardi di dollari in Argentina nei prossimi dieci anni. LO ha annunciato il vice presidente Ge John Rice il 18 settembre, riporta Mercopress.

Ge è l’ultima società estera ad annunciare nuovi piani da quando il presidente Mauricio Macri ha assunto l’incarico.
La società statunitense ha già investito 1,2 miliardi di dollari su partner locali e i clienti argentini negli ultimi quattro mesi, si legge in un comunicato della società, tra cui 900 milioni per costruire centrali termiche e un prestito da 280 milioni per la compagnia aerea statale Aerolineas Argentinas per finanziare l’acquisto di sette aerei.
Quasi 2.000 dirigenti provenienti da decine di paesi hanno partecipato ad un forum sponsorizzato dal governo di Buenos Aires la scorsa settimana finalizzato a ricreare un clamidi fiducia verso le imprese che intendono investire in Argentina.
Al forum, la Siemens ha detto di voler contribuire a creare investimenti e fornire finanziamenti per 5,6 miliardi di dollari in progetti infrastrutturali, comprese centrali elettriche a gas.
Ge ha detto che il suo investimento contribuirà a costruire sette centrali che aggiungeranno circa 1 gigawatt al sistema elettrico del paese. Il dato include 350 milioni che Ge ha già deciso di investire a fianco della compagnia petrolifera statale Ypf per costruire impianti nelle province Neuquen e Tucuman.
Uno dei temi principali della campagna elettorale di Macri era l’apertura dell’economia argentina agli investimenti stranieri. Alle aziende straniere, riporta Efe, piace questa sua apertura, ma molte sono riluttanti ad investire a causa della politica argentina volatile e delle sue crisi economiche.