Rischio russo per la Moldavia

53

di Anna Lotti UNIONE EUROPEA – Bruxelles 23/10/2016. L’Unione europea rischia di vedere la Moldavia, suo alleato, ricadere sotto il dominio della Russia dopo le prossime elezioni presidenziali del il 30 ottobre.

Il malcontento pubblico durante sette anni di governi pro-Ue potrebbe portare l’elettorato, riporta Reuters, a votare per un candidato filo-russo pronto a tagliare i legami commerciali e i legami politici con l’Occidente per aderire all’Unione doganale eurasiatica di Mosca.

Il disincanto scaturisce da uno scandalo bancario dello scorso anno; una perdita secca equivalente a un ottavo della produzione economica della Moldova e ha evidenziato la scala della corruzione nella nazione più povera d’Europa.

Il partito di governo della Moldavia e il candidato sostenuto dal governo, Marian Lupu, negano ogni accusa ma il partito di opposizione filo-russo e il suo candidato Igor Dodon hanno detto che organizzeranno proteste se Lupu vincesse. Nazione di appena 3,5 milioni di persone, la Moldavia confina con la Romania e l’Ucraina.