Riscaldamento domestico e caldaia: dai consigli per risparmiare al bonus 2020

31

La necessità di controllare e gestire in modo appropriato il riscaldamento domestico è una presa di consapevolezza importante per ciascuno di noi.

Non è soltanto la soluzione giusta a quanto già affrontato nella recente direttiva dell’Unione Europea che ha sensibilizzato gli stati membri a percorrere un cammino unitario ed efficace idoneo ad ottenere una netta riduzione del fabbisogno energetico degli edifici, ma è la risposta più corretta in ordine anche ad elementi di varia natura.

Tra questi ultimi, naturalmente, uno dei più importanti riguarda la salute di tutti noi. Siamo certi che mantenere la temperatura interna elevata durante l’inverno sia una tattica proficua per il nostro organismo? La comunità medico scientifica, in questo senso, è concorde nell’affermare che mantenere il riscaldamento troppo alto non sia salubre né per le vie respiratorie né per l’organismo intero che è sottoposto a sbalzi di temperatura potenzialmente dannosi.

Oltre alla salute, inoltre, non vanno trascurate le più ampie problematiche a livello ambientale: nell’ottica di conservare un ambiente in salute è necessario contenere le emissioni di gas serra attraverso una gestione oculata del riscaldamento interno.

L’ultimo aspetto su cui soffermarsi è, ovviamente, quello economico. Un uso corretto dell’impianto di riscaldamento si trasforma in un beneficio tangibile per le nostre tasche in termini di risparmio in bolletta.

Come ottimizzare il riscaldamento domestico?

Per ottenere un risparmio economico sostanziale, è possibile seguire alcune accortezze di base che permettono di conservare l’impianto di riscaldamento in buono stato e alleggerire così il peso delle bollette.

In primo luogo è consigliabile effettuare una manutenzione costante e completa dell’impianto avendo cura di mantenere i filtri efficienti ed eliminare le incrostazioni di calcare e sostituire, se necessario, le caldaie di vecchio tipo con sistemi di riscaldamento di ultima generazione a risparmio energetico.

È importante, inoltre, dotare gli impianti di valvole termostatiche che permettono di controllare il flusso dell’acqua nei termosifoni regolando in tal modo la temperatura interna e programmare adeguatamente il termostato per non tenere acceso l’impianto inutilmente (anche mediante sistemi di domotica).

Inoltre, è opportuno dedicare qualche minuto del proprio tempo a verificare le condizioni applicate dal gestore in bolletta. Oggi sul mercato libero energetico sono infatti disponibili alcune offerte gas per la casa, come quelle proposte da Acea, che consentono di avere delle tariffe più vantaggiose e un piano più adatto alle proprie esigenze.

Per evitare la dispersione del calore, infine, è bene schermare le finestre e non coprire i termosifoni; la dispersione di calore si traduce infatti in uno spreco economico senza benefici reali.

Prendersi cura della caldaia

Una caldaia efficiente è garanzia di un miglior funzionamento e di un giusto costo economico in bolletta. Oltre alla manutenzione ordinaria è consigliabile sostituire la caldaia almeno ogni 15 anni sia in ottica di prevenzione, sia per ammodernare l’impianto grazie ai nuovi sistemi in grado di garantire una maggior efficienza energetica.

Attualmente sul mercato si trovano le caldaie a condensazione di ultima generazione: queste producono energia aggiuntiva rispetto ai sistemi tradizionali e sfruttano anche il ricircolo dei fumi ed i generatori modulari che si attivano a cascata in base alle condizioni esterne.

L’acquisto di sistemi sempre più moderni si concretizza in un impianto sempre più efficiente e in un considerevole risparmio in bolletta. Oggi, inoltre, l’investimento iniziale sostenuto per l’acquisto stesso può essere soggetto ad un recupero fiscale grazie al cosiddetto Eco Bonus 2020: si tratta di una detrazione del 50% o del 65% (a seconda della tipologia scelta) sul prezzo complessivo di acquisto detraibile in 10 rate annue costanti in sede di dichiarazione dei redditi fino ad un importo massimo di 30.000 Euro.