Santo Domingo aumento dell’IVA del 5%

123

REPUBBLICA DOMENICANA – Santo Domingo. 09/01/13. Il presidente del partito dell’opposizione (PRD), Hipólito Mejía ha chiesto al presidente Danilo Medina di derogare all’applicazione dell’aumento dell’IVA sui prodotti che sono essenziali e fanno parte del paniere dei poveri e colpiranno anche la classe media .

 

Egli ha sottolineato che l’annuncio dato dal governo di aumentare dall’8% al 11 % del tasso di (ITBIS) pagando così la polvere burro, margarina, zucchero, caffè, formaggio, olio da cucina, yogurt e cacao. Bevande alcoliche e birra il 5 % in più.

Egli ha osservato che i proprietari di un veicolo usato per il lavoro devono pagare una tassa annuale sul movimento dell’un percento (1 %) del suo valore.

Il leader del PRD ha sottolineato che  «i proprietari di piccole e medie imprese non sfuggono alla voracità fiscale del governo guidato dal LDP, a significare che dal prossimo gennaio, le merci al dettaglio locale, compresi quelle nei bar e ristoranti  aumenteranno. Gli operatori economici con un totale acquisti mensili di RD $ 50.000 per operare devono pagare una tassa di dodicimila pesos ( RD $ 12,000.00 ) all’anno .

«Non è economicamente fattibile né moralmente giustificabile, la gente paga di più per finanziare il disavanzo del settore pubblico», ha riferito Mejia .