REGNO UNITO. La Brexit fa scendere il gradimento del passaporto britannico. Per ora

82

Il 26 marzo 2019 è stato pubblicato l’aggiornamento dell’Henley Passport Index, che riflette i cambiamenti nel regime senza visti dei paesi del mondo per il secondo trimestre del 2019.  

Al primo posto ci sono Giappone, Singapore e Corea del Sud. I cittadini di questi paesi possono visitare senza visto o con un visto all’arrivo ben 189 stati. La Germania, che ha perso l’accesso senza visto all’Uzbekistan, si è piazzata al 2° posto con 188 paesi. Il terzo posto è condiviso da 5 paesi: Danimarca, Finlandia, Francia, Italia e Svezia, riporta 112Ua.

La Gran Bretagna e gli Stati Uniti sono oramai lontani dal “podio”, occupato nel 2015: il Regno Unito è ora al 5° posto, con 185 paesi senza visto; gli Stati Uniti si piazzano al sesto posto con 184 paesi. La Brexit non ha ancora influenzato la posizione del Regno Unito nella classifica e quindi la perdita di posizioni del paese nella classifica è dovuta principalmente al miglioramento dei risultati ottenuti dei paesi asiatici.

La Russia è salita in classifica salendo una posizione, dal 48° al 47° posto, ma allo stesso tempo, i paesi in cui entrare senza visti sono diminuiti: i russi possono visitare senza visto o con un visto ottenuto all’arrivo 118 paesi, che però erano 119 3 mesi fa. Gli indicatori di Ucraina, Bielorussia e Kazakistan non sono cambiati: rispettivamente, 128^, 77^ e 76^ posizione, nella classifica dei paesi con regime senza visti.

Restando nell’area ex sovietica, la Moldavia, che ha recentemente presentato un programma per ottenere la cittadinanza attraverso investimenti, è salita di una posizione: è al 45° posto con 121 paesi. Se la Moldavia è salita in classifica di 21 posizioni, simile cosa hanno fatto l’Ucraina e la Georgia.

Il nuovo programma moldavo non è un unicum: i passaporti dei paesi in cui operano i programmi per ottenere la cittadinanza attraverso gli investimenti sono un numero elevato: Malta in tre mesi è passata dalla nona alla ottava posizione, scavalcano Australia, Islanda e Nuova Zelanda. L’altra grande isola del Mediterraneo Cipro è rimasta stabile al 16° posto con 173 paesi senza visto; mentre il Montenegro che avvierà il suo programma di investimenti nei prossimi mesi, è salito di 19 posizioni dal 2009, e ora occupa il 43° posto con 124 paesi. Fanalino di coda restano Afghanistan e Iraq con 30 paesi senza visto.

Lucia Giannini