Londra parla con Teheran e va nel Golfo

55

REGNO UNITO – Londra 18/09/2013. Dopo la batosta interna sulla Siria, il governo britannico si riaffaccia sul Golfo persico attraverso colloqui con l’Iran, sulla Siria, e una serie di manovre militari con i Paesi tradizionalmente del Golfo persico.

Il ministro degli Esteri britannico, William Hague, infatti, incontrerà il suo omologo iraniano a New York alla fine del mese di settembre, in quello che il governo britannico definisce «un passo positivo» verso il ripristino di pieni rapporti diplomatici tra i due paesi. Il Foreign Office ha fatto sapere il 15 settembre che a Hague avrebbe incontrato il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif a margine della sessione plenaria delle Nazioni Unite  che inizierà il 24 settembre. Il governo britannico non ha dato i dettagli del previsto incontro. Londra ha ritirato i suoi diplomatici da Teheran dopo che i manifestanti avevano attaccato l’ambasciata britannica nel novembre 2011. L’elezione di Hassan Rouhani nel luglio 2013 ha fatto ben sperare nel miglioramento delle relazioni tra l’Iran e l’Occidente, rapporti da essere prossimi al punto di rottura a seguito delle tensioni sul programma nucleare di Teheran e sulla Siria, del cui regime l’Iran è un alleato. L’avvicinamento e il rinsaldamento dei rapporti di Londra al Golfo Persico, cui anche l’Iran si affaccia, passa anche per una serie di manovre navali tra la Royal Navy e le marine militari regionali tra cui l’Oman, l’Arabia Saudita e gli emirati Arabi Uniti. Il Ministero della Difesa britannico ha annunciato che dopo le esercitazioni con alcuni paesi europei, la Response Force Task Group (Rftg) avrebbe effettuato le manovre  denominate Cougar 13 con alcuni Paesi del Golfo. Il Rftg effettuerà anche operazioni di contrasto alla pirateria a sostegno della missione di sicurezza marittima dell’Unione europea, trascorrendo fino a tre mesi nella parte orientale del canale di Suez. Rftg è forza marittima di pronto impiego del Regno Unito, che comprende navi da guerra, sottomarini, aerei e una forza da sbarco di Royal Marines.