REGNO UNITO. Bansky firma una nuova opera

35

Banksy ha confermato di essere l’artista di un nuovo murales su una parete a Nottingham all’inizio di questa settimana.

L’opera d’arte, che raffigura una bambina che fa hula-hoop con la gomma mancante di una bicicletta vicina, è stata avvistata per la prima volta su un muro fuori da Ilkeston Road a Nottingham il 15 ottobre.

All’inizio non era chiaro se fosse stata creata da Bansky, dopo che lo street artist di Birmingham, Itchers, aveva inizialmente detto che era sua opera, riporta Nme.

Tuttavia, Banksy ha ora rivendicato il pezzo come suo, condividendolo sul suo account ufficiale di Instagram. Nel frattempo, il tributo di Banksy a Monet sarà messo all’asta la prossima settimana e dovrebbe fruttare tra i 3 e i 5 milioni di sterline.

Il dipinto, che si chiama Show Me The Monet, è stato creato nel 2005. Si basa sul famoso quadro delle ninfee di Monet, ma è pieno di immagini stonate di carrelli della spesa capovolti e di un cono stradale che galleggia nell’acqua. Sotheby’s venderà il dipinto durante un’asta in streaming che si terrà a Londra il 21 ottobre.

A Nottingham, riporta The Independent, il proprietario di un negozio vicino alla nuova opera ha detto che la sera del 13 ottobre era arrivato un furgone con i finestrini oscurati, e l’autista ha fatto finta che il suo veicolo si fosse rotto ma è rimasto lì per almeno due ore. Hanno detto che l’uomo ha comprato due Ribenas dal loro negozio e, quando gli hanno chiesto chi fosse l’artista, l’uomo ha semplicemente strizzato l’occhio. L’identità di Banksy è notoriamente sconosciuta al pubblico.

All’inizio di quest’anno, Banksy aveva realizzato un nuovo pezzo ispirato all’uccisione di George Floyd; il pezzo mostrava un omaggio a un’anonima figura nera accanto a una candela che aveva dato fuoco alla bandiera americana.

Dopo aver pubblicato la foto online, Bansky aveva scritto: «Le persone di colore sono state deluse dal sistema. Il sistema bianco. Questo è un problema del bianco. E se i bianchi non lo risolvono, qualcuno dovrà intervenire e sfondare la porta a calci».

Lucia Giannini