RDC: sale la febbre dell’oro

65

RDC – Kinshasa. 24/10/14. La Repubblica Democratica del Congo potrebbe produrre 18 tonnellate d’oro quest’anno, secondo Martin Kabwelulu, ministro delle miniere dell’Africa Centrale. Tre volte il volume prodotto lo scorso anno.

Per il 2014 la RDC prevede di raggiungere 18 tonnellate di produzione ha annunciato Martin Kabwelulu, ministro delle miniere del paese dell’Africa centrale, alla “Reuters”. Questo aumento della produzione è dovuto in gran parte alla messa in servizio di nuove miniere, tra cui quella di Kibale, nel nord-est del paese, gestito da Randgold Resources e AngloGold Ashanti. «La produzione di oro del paese era di circa 100 £ nel 2007», ricorda Martin Kabwelulu. Secondo la Camera delle Miniere della RDC, la produzione di oro del paese era 6.149 tonnellate nel 2013 e di 2.411 tonnellate nel 2012 Secondo le sue stime, la produzione dovrebbe raggiungere 18,872 tonnellate quest’anno.
In un rapporto sull’industria mineraria del paese uscito nel mese di luglio, la Camera delle Miniere osserva che «il drammatico aumento della produzione industriale di oro è dovuta dell’effettivo avvio della produzione di diversi progetti. Sarebbe stato difficile avviare questi progetti con i prezzi dell’oro attuali nell’ambito di un piano con le tasse più alte e una clausola di stabilità ridotta del codice minerario a 3 anni». Si ritiene inoltre che «l’esempio dell’oro illustra perfettamente la legge mineraria ha avuto un impatto positivo. Viceversa il futuro può dimostrare che la legge mineraria ha interessi orientati nel breve termine ma potrebbe avere effetti negativi sullo sviluppo di un settore industriale. “«Un avvertimento velato, mentre la Repubblica Democratica del Congo sta preparando una revisione del codice minerario».