Nazioni Unite, droni per monitorare i ribelli in RDC Congo

43

USA – New York. Le Nazioni Unite stanno valutando l’uso di droni per monitorare le attività di M-23 e di altri gruppi ribelli e milizie che intervengono nel ciclo di guerre combattute a Goma e nel Nord e a Sud a Kivu della zona orientale della Repubblica Democratica Congo (RDC).

Alla fine del mese scorso c’è stata una raffica di iniziative di pace nelle regione guidate da Uganda, Rwanda nell’ambito della conferenza internazionale sulla regione dei Grandi Laghi (ICLGR) che ha evitato di riportare la RDC Congo nel baratro di una guerra più ampia, garantendo un cessate il fuoco e colloqui di pace preliminari. Colloqui che hanno portato i ribelli  M-23 a ritirarsi dalla città di Goma, dopoché era stata programmata una offensiva lampo delle Nazioni Unite, l’esercito congolese e le unità di polizia paramilitare.