“Educazione” al commercio secondo ISIS

7

SIRIA-Raqqa. 15/01/16. Ancora una volta lo Stato Islamico mostra al mondo la sua “pretesa statualità”. Terroristi o non terroristi chi vive nei territori presi dallo Stato Islamico, non solo deve seguire le regole ma deve andare a scuola per essere “educato” alle leggi del “nuovo Stato”.

ISIS dopo la formazione dei giovani, 1.500 nuovi diplomi per l’approfondimento della conoscenza della legge coranica, di tassisti e di macellai. Da oggi ha iniziato un corso per commercianti e proprietari di negozi. A darne notizia l’agenzia di Stampa dello Stato Islamico A’maq, secondo cui l'”Avvocatura dello Stato Islamico” ha avviato la convocazioni a proprietari di negozi e commercianti nella città siriana di Raqqa per assistere alle lezioni in moschea. Si tratterà di 11 sessioni (corsi) da svolgere in due settimane con lezioni giornaliere. Tra le materie in oggetto Fiqh (giurisprudenza coranica) e la fede e “la giurisprudenza delle vendite”, in cui il commerciante studia la giurisprudenza per quanto riguarda la qualità del suo lavoro. Secondo A’maq la campagna continuerà fino a copertura la maggior parte o tutti i commercianti e proprietari di negozi. L’Avvocatura dello Stato Islamico  ha già tenuto decine di corsi “riconosciuti” e specializzati per i macellai e tassisti.