RDC: RTLj chiusa per istigazione all’odio

63

RD Congo – Kinsghasa. 26/11/14. La Radio Televisione Lubumbashi Jua (RTLJ) non trasmetterà più in RDC. A dirlo è stato il Ministro dei media del Paese che ha vietato le trasmissioni e la radiodiffusione per il fatto che la radio incitava all’odio e all’insurrezione.

Per il proprietario della radio, questa decisione è puramente politica. Questa radio che emette dalla capitale della provincia di Katanga non fa più parte dunque dei media della RDC. Il governo dunque chiude Radio Televisione Lubumbashi Jua (RTLJ) ed il proprietario di Radio Televisione Lubumbashi Jua, Jean-Claude Muyambo, dice che si tratterebbe solo di questioni politiche. Il proprietario della radiotelevisione, infatti, Jean-Claude Muyambo, è anche presidente di un partito politico. “Questa solidarietà Congolese per la Democrazia e lo Sviluppo” è il nome del partito di opposizione. Jean-Claude Muyambo recentemente ha preso posizione contro qualsiasi prosecuzione del presidente Joseph Kabila che vuole ripresentarsi anche alla prossima tornata elettorale. E questo, secondo il produttore, sarebbe il reale motivo della chiusura della radio. Prima la censura è arrivata a Mbuji-Mayi, capoluogo del Kasai Orientale, dove aveva intenzione di continuare la campagna contro la modifica della Costituzione. I capi della RTLJ non avallare questa decisione specifica che solo i supporti di autorità di regolamentazione può sanzionare il contenuto della radio e della televisione. Fonte afrik.com