QATAR. Doha compra gli elicotteri dall’Italia

134

Il Qatar e l’Italia hanno firmato un accordo da 3 miliardi di euro per la vendita di 28 elicotteri militari a Doha che da tempo vive un isolamento diplomatico nella regione del Golfo Persico, in cui è contrapposta a un quartetto di Stati guidato dall’Arabia Saudita.

L’accordo sugli elicotteri NH90 è stato annunciato dal ministero della Difesa del Qatar in occasione di una conferenza sull’hardware militare tenutasi a Doha. Il gruppo aerospaziale e di difesa italiano, Leonardo, sarà il principale contraente dell’accordo, anche se è stato ufficialmente firmato con il consorzio Nhi, che comprende anche Airbus e il costruttore aeronautico olandese Fokker, riporta Press Tv.

Leonardo ha dichiarato che, nel quadro dell’accordo, il consorzio avrebbe fornito 28 elicotteri militari bimotore di medie dimensioni NH90 nelle sue due varianti per missioni terrestri e navali e per servizi di supporto, manutenzione e addestramento. Ha dichiarato che altre 12 unità potrebbero essere aggiunte all’accordo e che le prime consegne avverranno prima del giugno 2022 e continueranno fino al 2025.

Il Qatar ha annunciato, inoltre, di aver firmato un memorandum d’intesa con l’impresa statunitense Raytheon, che si occupa di sicurezza informatica.

Doha ha recentemente firmato un accordo di sicurezza con la Nato, che consente alle forze dell’alleanza militare di entrare e transitare nello Stato del Golfo Persico e di utilizzare la sua base aerea al-Ubeid, la più grande base militare degli Stati Uniti in Medio Oriente.

L’accordo dovrebbe agevolare le missioni e le operazioni della Nato nella regione, compresa la Resolute Support Mission in Afghanistan. Questi accordi si inseriscono in un contesto assai teso nella regione del Golfo Persico, dopo che Arabia Saudita, Bahrein, Egitto ed Emirati Arabi Uniti il 5 giugno 2017 hanno interrotto le loro relazioni diplomatiche con il Qatar, accusandolo di sponsorizzare il “terrorismo” e di destabilizzare la regione, un’accusa fortemente smentita da Doha.

Il boicottaggio del quartetto di paesi ha anche impedito agli aerei del Qatar di utilizzare il loro spazio aereo e anche l’unico confine terrestre del Qatar con l’Arabia Saudita è stato bloccato.

Il gruppo guidato dall’Arabia Saudita ha, quindi, presentato al Qatar un elenco di richieste, tra cui il declassamento dei legami con l’Iran e la chiusura di Al Jazeera, e gli ha dato l’ultimatum di conformarvisi o di affrontarne le conseguenze. Doha si è rifiutata di soddisfare le richieste e ha affermato che avrebbero dovuto costringere il paese a cedere la propria sovranità. Il Qatar ha inoltre dichiarato di disporre di troppe risorse finanziarie per temere un possibile attacco finanziario nei suoi confronti.

Luigi Medici