Le nuove minacce di Pyongyang

43

COREA DEL NORD – Pyongyang 12/04/2014. La Repubblica Popolare Democratica di Corea (Rpdc) ha promesso di prendere tutte le contromisure per difendersi dalla ” politica ostile” di Washington.

Riporta la notizia l’agenzia di stampa ufficiale, Kcna. «Finché gli Stati Uniti persisteranno nella loro politica ostile verso la Corea del Nord, utilizzando dei doppi metri di giudizio e metodi arbitrarie e da gangster, Pyongyang porterà avanti tutte le misure necessarie all’autodifesa, come già annunciato», si legge nel comunicato della Kcna che riporta le dichiarazioni della Commissione di Difesa Nazionale (Cdn). La Cdn ha anche invitato Washington ad abbandonare la sua politica “ostile” verso Pyongyang e togliere tutte le sanzioni, accusando gli Stati Uniti di impiegare due pesi e due misure quando risponde ai test missilistici effettuati dalla Corea del sud. Il 23 marzo, la Corea del Sud ha testato con successo un missile balistico in grado di colpire la Rpdc. Tre giorni dopo, la Corea del Nord ha testato due missili al largo della sua costa orientale. Se il missile balistico lanciato da Corea del Sud «non è un problema, il nostro lancio di satelliti o razzi deve essere considerato lo stesso» si legge nel comunicato. Le possibili contromisure di Pyongyang includono lanci di missili a lungo raggio o addirittura un nuovo test nucleare. La Corea del Nord ha condotto test nucleari nel 2006, 2009 e 2013, con conseguenti sanzioni delle Nazioni Unite.