Proteste anti Uber a Lisbona

72

di Anna Lotti  PORTOGALLO – Lisbona 12/10/2016. Centinaia di tassisti hanno nuovamente protestato in Portogallo contro la legalizzazione di Uber.

La nuova legislazione dovrebbe essere approvata durante ottobre e consentirebbe a servizi come la statunitense Uber o la spagnola Cabify di funzionare in Portogallo. Il primo ministro portoghese Antonio Costa ha detto che la decisione servirebbe a regolare il mercato.

La manifestazione, svoltasi il 10 ottobre, ha visto la partecipazione di tassisti provenienti da Madrid e Barcellona; tutti strettamente monitorati dalla polizia. La spagnola Fedetaxi, il sindacato di categoria iberico, si è detto solidale con i colleghi lusitani dicendo che non avrebbe permesso a Uber e Cabify di rovinare la categoria.