Prezzi alimentari alle stelle

27

I prezzi mondiali delle materie prime alimentari è balzato in alto di un 10 per cento nel mese di luglio con il mais e la soia che hanno illico più alto dovuto ad impreviste siccità negli Usa e nell’est Europa.

L’allarme è stato lanciato dalla Banca mondiale nel suo ultimo Food Price Watch Report.

Mais e grammo sono saliti del 25%, la soia del 17% e solo il riso è calato del 4%. L’indice globale segna un aumento del 6% rispetto ad un anno prima e di un 1% cento rispetto al picco del febbraio 2012. Le zone più ad alto rischio sono l’Africa e il Medio Oriente. Il periodo aprile – luglio ha visto la prosecuzione del trend in ascesa osservato già nel 2011; fattore critico sono state le condizioni meteorologiche che hanno scatenato la siccità in diverse zone del globo. Le conseguenze sono state pesanti dal punto di vista economico e nutrizionale, in Malawi ad esempio le siccità prolungate hanno incrementato la povertà di un 17% colpendo direttamente le zone rurali. Secondo il report della Banca mondiale, le previsioni danno prezzi in salita con conseguente incertezza dal punto di vista economico.