Prestito IDB per lo smaltimento di Montevideo

35

di Lucia Giannini URUGUAY – Montevideo 29/11/2016. L’Uruguay espanderà i sistemi fognari e di drenaggio delle acque piovane a Montevideo e migliorerà la gestione del sistema dei servizi igienico-sanitari del Municipio di Montevideo, grazie a un prestito di 60 milioni di dollari, in 25 anni, approvati dalla Banca interamericana di sviluppo. Il denaro, riporta Mercopress, rappresenta la seconda fase di una linea di credito che la Idb aveva approvato per progetti di investimento nel dicembre 2006.

Il prestito servirà a finanziare il V Programma di igiene urbana di Montevideo, che amplia la portata della rete delle acque reflue e le strutture di drenaggio delle acque piovane e l’inquinamento nella Montevideo Bay.

Il programma finanzierà i lavori nel quartiere di Barrio Manga, beneficiando circa 20000 persone e completerà un sistema di smaltimento dei rifiuti liquidi nella parte occidentale della città. Verranno costruiti 43,6 chilometri di linee fognarie e collettori, 3,8 chilometri di tubi a pressione, una stazione di pompaggio, 6,4 chilometri di apparecchiature di micro e macro-drenaggio, e una struttura di controllo di flusso con una capacità di 4000 metri cubi. Tutto questo per espandere i sistemi di drenaggio delle acque reflue e dell’acqua piovana nel Barrio Manga e nelle stazioni di pompaggio di Miguelete, La Teja e Belvedere-Victoria, che fanno parte del sistema occidentale di smaltimento finale della città.
Quando il programma sarà completato, il 43% delle famiglie Manga e Casabo sarà collegato alla rete fognaria, il 100% dell’acqua reflua raccolta a Montevideo verrà smaltimento adeguatamente, e le entrate dal sistema potenziato aumenteranno del 32%.