Prestito FMI a Il Cairo

52

di Maddalena Ingrao  EGITTO – Il Cairo 10/11/2016. L’Egitto ha avuto un finanziamento bilaterale di 6 miliardi di dollari nel finanziamento bilaterale Fai, facente parte del programma da 12 miliardi di dollari di prestito. La concessione è stata annunciata dal ministro delle Finanze Amr El-Garhy l’8 novembre.

Nel mese di agosto, riporta la tv egiziana Cbc in una intervista radiofonica a El-Garhy, il Fmi aveva accettato in linea di principio di concedere il prestito in Egitto per sostenere il programma di riforme del governo per ridurre il deficit di bilancio e pareggiare il suo mercato valutario.

Il board Fmi discuterà del prestito il prossimo 11 novembre; Una prima tranche di 2,75 miliardi di dollari potrebbe essere concessa già dagli inizi della prossima settimana.

Di fronte a un deficit di bilancio del 12 per cento, con le riserve di valuta estera a picco e un fiorente mercato nero valutario, l’Egitto ha intrapreso negli ultimi anni un programma di riforme economiche per ottenere credito dal Fmi.

Come parte del finanziamento bilaterale necessario in vista del prestito del Fmi, l’Egitto ha raggiunto un accordo finale su un currency swap da 2,7 miliardi di dollari con la Cina che richiede “solo” procedure amministrative per essere completato ha detto El-Garhy nell’intervista. Il resto del finanziamento è arrivato da Banca mondiale, Stati Arabi Uniti e Arabia Saudita.