Prestito a LUKOIL per l’uzbeka Gissar

43

di Maddalena Ingroia La compagnia petrolifera russa Lukoil ha ottenuto un prestito di 500 milioni di dollari da un pool di banche per finanziare il progetto per lo sviluppo dei giacimenti di gas e condensati a Gissar in Uzbekistan. Lo ha annunciato la stessa Lukoil in un comunicato. Il consorzio comprende Intesa Sanpaolo Bank Luxembourg Sa (Lussemburgo), Natixis (Francia), Mizuho Bank Ltd. (Giappone), UniCredit SpA (Italia), Vtb Bank Deutschland Ag (Germania), Ing Bank NV (Paesi Bassi), Ao Raiffeisenbank (Russia) e Raiffeisen Bank International Ag (Austria).

Lukoil ha aderito al progetto Southwest Gissar nel marzo 2008: ci sono sette campi nell’area interessata dal contratto nella regione uzbeka di Kashkadarya. L’accordo per il progetto è stato firmato nel gennaio 2007 per una durata di 36 anni ed è entrato in vigore nell’aprile 2007.