POLONIA. Trump Base: cresce la presenza militare Usa 

134

Il presidente Donald Trump ha detto che gli Stati Uniti stanno considerando una presenza militare permanente in Polonia; da oltre dieci anni Varsavia auspica una simile soluzione. Dopo aver incontrato il presidente polacco Andrzej Duda, Donald Trump ha detto: «La Polonia è disposta a dare un contributo molto importante agli Stati Uniti per entrare e avere una presenza in Polonia. Se sono disposti a farlo, è qualcosa di cui sicuramente parleremo». 

Dall’invasione russa della Crimea nel 2014, riporta Military Times, la Polonia è stata parte integrante della rafforzata presenza degli Stati Uniti nell’Europa orientale. «Quando ho parlato con il Presidente, ho detto che mi piacerebbe molto chiedere di creare una base americana permanente in Polonia, che chiameremmo Fort Trump», ha detto Duda «Sono fermamente convinto che questo sia possibile. Sono convinto che tale decisione sia nell’interesse della Polonia e nell’interesse degli Stati Uniti». Trump sembrava favorevole all’idea, in particolare per il contributo finanziario della Polonia: «La Polonia pagherebbe miliardi di dollari per una base. Il presidente polacco ci ha offerto molto più di 2 miliardi di dollari. La sicurezza della Polonia è molto importante per me ed è molto importante per la nostra nazione (…) quindi la stiamo valutando».

Il segretario alla Difesa Jim Mattis ha detto che il Pentagono sta lavorando con la Polonia su possibili opzioni, ma non è stata presa alcuna decisione: «Le domande sono molte (…) Sapete che non si tratta solo di una base, ma anche di gamme di formazione, di impianti di manutenzione, di tutti questi tipi di cose e di una serie di dettagli che dobbiamo studiare insieme. Quindi non è stata presa alcuna decisione. Lo stiamo studiando e ci stiamo lavorando insieme».

Duda ha detto che la base sarebbe stata un deterrente efficace e giustificato contro un’ulteriore aggressione russa: «La presenza delle forze armate statunitensi in quest’area è assolutamente giustificata. Sono convinto che non c’è metodo più efficace per prevenire una guerra che una posizione decisiva che dimostri che siamo pronti in qualsiasi momento a respingere un possibile attacco». 

La settimana scorsa gli Stati Uniti hanno anche annunciato che l’esercito Usa stava espandendo la sua presenza in Europa aggiungendo 1.500 soldati alle sue forze in Germania. Ad oggi, ci sono già 33.000 soldati americani in Germania.

Antonio Albanese