Il pil sale del 2,9% nel terzo trimestre

10

PERÙ- Lima. 15/11/15. L’economia peruviana ha registrato un tasso di crescita del 2,95% nel mese di settembre di quest’anno, sostenuta dai consumi delle famiglie e lo sviluppo del settore minerario sostenibile. Fonte Istituto Nazionale di Statistica e Informatica (INEI) del Perù.

Il numero uno,  dell’INEI, Anibal Sanchez, ha affermato che il prodotto interno lordo (PIL) ha raggiunto 74 mesi di crescita costante, e che la maggior parte dei settori economici ha registrato un andamento positivo. Finora questo anno la crescita del PIL cumulativo è stato 2,57%, mentre il tasso di crescita cumulato 12 mesi ha raggiunto 2,19%. L’economia è cresciuta del 2,9% nel terzo trimestre dell’anno. Sanchez poi aggiunto quel settembre destagionalizzate crescita pari a 0,6%. 

Il funzionario del governo ha affermato che quattro attività economiche: miniere e idrocarburi, commercio, telecomunicazioni e servizi resi alla imprese rappresentato il 74% della produzione di settembre.

«La crescita economica è stata sostenuta dal favorevole andamento dei consumi delle famiglie che si riflette in un aumento delle vendite al dettaglio alle case, cresciuti del 4,9% nel mese di settembre», ha spiegato Sanchez.

Egli ha inoltre evidenziato l’aumento delle importazioni di beni di consumo non durevoli (14.19%), tra cui le merci deperibili e prodotti farmaceutici.

Aumentano le spese con carta di credito: Sanchez ha osservato che l’aumento della spesa della carta di credito da parte delle famiglie ha raggiunto il 23,79% nel mese di settembre e la spesa pubblica (9,21%). La produzione di beni di consumo è aumentato del 0,47% trainata dalla maggiore produzione di gioielli. Fonte Andina.news