Confusione petrolifera libica

60

LIBIA – Tripoli 24/09/2014. C’è continua confusione su chi gestisca l’industria petrolifera in Libia.

Secondo Libya business News, la Libia ha ora due uomini che hanno la funzione di ministro del Petrolio: Mashallah al-Zawie, che fa parte di un governo islamista di Tripoli, e a Tobruk Omar Shakmak, appoggiato dalla Camera dei Rappresentanti internazionalmente riconosciuto. Della confusione politica si lamenta anche il The Wall Street Journal, secondo cui il rischio dello stallo economico sarebbe reale.
Nel frattempo, Reuters riporta che il nuovo governo approvato di Tobruk non ha alcun ministro del Petrolio, essendo il settore petrolifero gestito dalla Noc, come era sotto Gheddafi. L’Unsmil ha detto il 22 settembre che i gruppi rivali hanno accettato di incontrarsi per la prima volta il 29 settembre, nel tentativo di porre fine allo stallo tra i parlamenti rivali.