ISIS: Raffineria di Baiji sotto assedio

37

IRAQ – Baghdad. 25/08/14. L’agenzia di stampa Trend citando Al Jazeera, ha detto che il gruppo dello Stato islamico ha lanciato una rinnovata offensiva per conquistare la raffineria di petrolio iracheno a nord di Baghdad, combattendo contro le forze di sicurezza supportate da forze militari aeree. Le autorità e testimoni, fa sapere Al Jazeera, hanno riferito che l’attacco alla raffineria del petrolio è avvenuta su tre lati. Almeno tre addetti alla sicurezza iracheni sono stati uccisi e altri sette sono rimasti feriti nei combattimenti di ieri alla raffineria di Baiji.

L’attacco di Domenica è venuto mentre l’Iran ha ribadito il suo sostegno al nuovo governo sciita guidato dal primo ministro Haider al-Abadi, con una visita del ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif. La lotta per il giacimento di petrolio è iniziato durante la notte ed continuato fino al giorno successivo, secondo le notizie. I combattenti dello Stato Islamico hanno ripetutamente cercato di invadere la raffineria, che una volta rappresentavano circa il 50 per cento delle forniture irachene di prodotti petroliferi raffinati. Mentre sono riusciti in precedenza per entrare nel recinto raffineria, le forze di sicurezza sono state in grado di spingere ISIS. Gli attacchi di ISIS hannio colpito la produzione di petrolio del nord e le spedizioni, ma continuano a funzionare i campi nel sud dell’Iraq e terminali di esportazione rimangono inalterati.