Scandalo Petrobras: prime condanne

8

BRASILE – Brasilia 21/07/2015. Tre ex dirigenti di una delle maggiori imprese di costruzione del Brasile sono stati condannati il 20 luglio in seguito allo scandalo Petrobras.

Dalton Avancini e Eduardo Leite, ex presidente e vice presidente, rispettivamente, di Camargo Correa, sono stati condannati rispettivamente a 15 anni e 10 mesi; mentre il presidente del consiglio di amministrazione ex Camargo, João Ricardo Auler, dovrà scontare nove anni e sei mesi. Tutti e tre gli uomini sono stati giudicati colpevoli di corruzione, riciclaggio di denaro e turbativa d’asta la presentazione delle offerte fraudolente di contratti da Petrobras. Condannato insieme con i boss di Camargo Correa era anche l’ex dirigente Petrobras Paulo Roberto Costa, e Alberto Yousseff. Tutti gli imputati potranno beneficiare della libertà vigilata precoce e di altri benefici in virtù di aver accettato di collaborare con l’inchiesta in uno schema che è costato una cifra stimata Petrobras 2 miliardi dollari negli ultimi dieci anni. Altri obiettivi dell’inchiesta Petrobras sono circa 50 politici, tra cui i leader di entrambe le camere del Congresso.