Il dollar clamp non esiste

81

ARGENTINA – Buenos Aires. 21/04/15. Continua il braccio di ferro valutario in Argentina tra il peso (moneta locale) e il dollaro statunitense. Il dissapore tra governo e cittadini nasce dalla normache limita l’acquisto di dollari da parte degli argentini. Durante un’intervista alla rete ufficiale di TV Channel 7, il ministro dell’Economia, Axel Kicillof ha negato l’esistenza della cosiddetta “dollar clamp “, aggiungendo che è non vi è da parte del governo nulla in contrario se le persone comprano dollari, ma questi devono dimostrare da dove «viene il danaro».

«La pinza dollaro non esiste perché importiamo, abbiamo soldi, rispettiamo le scadenze del debito estero, e vendiamo dollari per le persone che vogliono fare acquisti» il ministro ha assicurato che vi sarebbero investitori che stanno guardando l’Argentina con interesse. Kicillof ha spiegato che la gente ha protestato per le restrizioni per l’acquisto di dollari, pensando «si tratta di un diritto fondamentale». «Io non sono contro le persone acquisto di dollari, ma devono dimostrare dove ottengono i soldi», ha avvertito.