Pesca illegale in Guinea Bissau

60

GUINEA BISSAU – Bissau. 28/11/13. L’Unione europea accusa la Guinea-Bissau di pesca illegale nelle sue acque territoriali.

Secondo Unione europea (UE) Bissau autorizzerebbe la pesca illegale nelle sue acque territoriali, nonostante un avvertimento dato e una pubblicazione in Gazzetta un anno fa, le autorità di quel paese disattendono le aspettative UE. In una dichiarazione alla stampa martedì a Bruxelles, «l’Unione europea prende atto che, pur avendo lavorato a stretto contatto con il governo della Guinea – Bissau per attuare misure di gestione e controllo efficace delle attività di pesca, la Guinea – Bissau non ha ancora affrontato i problemi strutturali e non ha dimostrato una reale determinazione a combattere raccontare la pesca illegale». La Commissione europea ha chiesto al Consiglio degli Stati membri di vietare le importazioni nell’UE di pesce catturato nelle acque della Guinea- Bissau. «Questa decisione è coerente con l’impegno assunto dall’Unione europea per garantire lo sfruttamento sostenibile delle risorse della pesca sia sul suo territorio nel mondo», dice la nota. Per l’Unione europea, la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata è un crimine non solo per i pescatori e mercati europei, ma anche per la popolazione locale.