Lima: stop alle deforestazioni

12

PERU’-Lima. 25/06/15. La Presidenza del Consiglio dei Ministri (PCM) ha ribadito l’impegno Perù  per garantire il coordinamento con il governo degli Stati Uniti e, di conseguenza, combattere il disboscamento illegale e le attività connesse. L’annuncio è stato dato da Cesar Fourment, Alto Commissario per la lotta contro il disboscamento illegale.

«Il disboscamento illegale rappresenta un problema per la sicurezza nazionale; si tratta di una minaccia che mette in pericolo la pace sociale, la sicurezza integrata e del benessere generale del Perù; è per questo che è necessario adottare un approccio mutisectoral per affrontare senza mezzi termini» ha sottolineato l’Alto Commissario. In qualità di Presidente della Commissione Permanente multisettoriale sulla lotta contro il disboscamento illegale, Fourment ribadito l’esecutivo ha mostrato segni di impegno verso l’eliminazione del disboscamento illegale, che, insieme ai flussi migratori in agricoltura, agroalimentare, industria del bestiame, lo sviluppo urbano, inondazioni, siccità e piaghe, è visto come una causa diretta della deforestazione. «Il successo di Questa missione sarà raggiunto attraverso lo sviluppo di una articolazione adeguata di enti del settore ambientale, in coordinamento con la società» ha sottolineato il rappresentante PCM.