In crescita l’export alimentare peruviano

78

PERU’ – Lima 21/06/2016. Il Perù è diventato uno dei principali fornitori di beni alimentari al mondo.

Dal quando il settore agricolo peruviano ha registrato un tasso di crescita annuale del 3% nel corso degli ultimi anni, il settore è letteralmente lievitato. Ne da notizia l’agenzia perugina Andina che riporta l’annuncio del ministro dell’Agricoltura Juan Manuel Benites (nella foto). La crescita ha portato a trasformare il settore nella seconda fonte di valuta estera del paese, seguito dal settore minerario: le agro-esportazioni infatti ammontano a 5 miliardi di dollari nel 2015. Se la tendenza sarà rispettata, Benites stima che il settore può superare i 6miliardi entro la fine dell’anno in corso: «Le agro-esportazioni sono raddoppiate in cinque anni e prevediamo che superino i 10 miliardi di dollari prima di 2021».
Il salto è anche dovuto alla riduzione del gap infrastrutturale idrico del 20% nelle regioni degli altipiani, attraverso il finanziamento del programma Mi Riego. Il fondo Mi Riego mira a ridurre le lacune nella fornitura di servizi e infrastrutture che assicurano l’uso delle risorse idriche a fini agricoli; si tratta di un programma teso a impattare direttamente sulle cause della povertà e che tende alla riduzione della povertà estrema in Perù. Le osservazioni del ministro sono state fatte nell’ambito delle celebrazioni dedicate alla giornata dell’Agricoltura che avverrà il 24 giugno prossimo.