Elezioni in Perù: protagonista la rete

35

PERU’ – Lima. 25/06/14. Anche il Perù è contagiato dalla disaffezione politica reale e si sta avvicinando all’amore virtuale per la cittadinanza attiva tramite la rete.

Dopo la candidatura di Susana Villaran a sindaco di Lima su you tube, nel Paese è nato www.somoslavoz.pe ERM-2014 un sito in cui vengono divulgate le notizie in materia elettorale, diritti dei più deboli. L’Iniziativa nasce in seno alla prossima tornata elettorale del 5 ottobre, che vedrà l’elezione del sindaco di Lima. Fonte chaski.pe.
A quanto pare la rete ha contagiato anche gli elettori peruviani che su somoslavoz.pe non solo potranno ricevere info, ma potranno esprimere le loro opinioni, fare proposte. Cuore del sito: donne, giovani e diritti degli indigeni.
L’idea è nata da “NOI” la voce civica nazionali e Educazione alla Cittadinanza (DNEF) Nazionale giuria di elezioni (JNE) ed ha l’obiettivo di migliorare sostanzialmente la posizione delle donne, dei giovani e degli indigeni nelle liste dei candidati regionali e comunali per la tornata elettorale 2014.
La campana “sono la voce” è fermamente convinta che per raggiungere gli elettori e avvicinarli ai programmi dei candidati serviva un nuovo strumento. Lontano dalle organizzazioni politiche. Tra le molte realizzazioni e dati elettorali, la pagina www.somoslavoz.pe rileva che più della metà dell’elettorato nazionale è composta da donne e uomini e le giovani donne costituiscono più di 6 milioni, mentre i gruppi indigeni raggiungono oltre 4 milioni. Nel 2010 la percentuale di donne funzionari eletti e non superato il 24% dei giovani eletti e appena raggiunto il 13,5%, mentre i membri delle comunità indigene non hanno raggiunto il 10%.