Perù -Ecuador: la forza dei confini

259

PERU – Piura. 16/11/13. Perù ed Ecuador hanno concluso il loro settimo Consiglio dei Ministri binazionale con la firma di sei accordi bilaterali su questioni che vanno dalla salute all’energia alla cooperazione per la sicurezza.

 

Gli accordi sono stati firmati alla presenza del presidente peruviano Ollanta Humala e del suo omologo ecuadoriano, Rafael Correa, al termine dei colloqui nella città costiera del nord del Perù di Piura. Nel dettaglio gli accordi sono stati siglati tra: l’Agenzia peruviana per la Cooperazione Internazionale (APCI) e International Segreteria Tecnica Cooperazione dell’Ecuador (Seteci) e un altro tra (SUNAT) Servizio doganale nazionale dell’Ecuador (SENAE) e il servizio nazionale doganale del Perù; è stato firmato un altro accordo fondamentale tra l’Agenzia per il regolamento dell’Ecuador Idrocarburi, Agenzia di controllo (ARCH) e l’Agenzia di vigilanza del Perù per investimenti nel settore Energetico e delle Miniere (OSINERGMIN ) e SUNAT, per combattere il contrabbando di petrolio e dei suoi derivati ​​lungo la loro frontiera comune. Gli altri tre accordi sono stati firmati dai Ministeri dell’energia, della Salute e dell’Interno dei due paesi sudamericani. L’ accordo di associazione tra Ministero dell’Ecuador dell’Elettricità e dell’Energia Rinnovabile e quello peruviano del Ministero dell’Energia e delle Miniere prevede la realizzazione di una linea a 500 kV in tutta la loro frontiera. Per rafforzare la lotta contro la criminalità, il Perù e l’Ecuador hanno deciso di istituire misure efficaci per la prevenzione della tratta di esseri umani e per la protezione delle vittime. Nel settore sanitario, i due paesi hanno messo mano alla penna al loro Piano Sanitario quinquennale sui confini tra Perù -Ecuador: 2013-2017 .