Lima vieta le armi agli indagati per violenza sulle donne

103

PERU’ – Lima 17/03/2014. Il ministero delle Donne peruviano sta preparando un disegno di legge che propone il divieto di concedere e sospendere la licenza di porto d’armi per tutti gli indagati per violenza familiare.

Riporta l’agenzia Andina che il portavoce del ministero ha confermato che si tratta di un progetto in coordinamento con il ministero dell’Interno e la Soprintendenza Nazionale di Controllo per i Servizi di Sicurezza, armi, munizioni ed esplosivi per uso civile (Sucamec). Precedenti di violenza in famiglia o di genere sarebbero considerati come causa sufficiente per l’annullamento immediato della licenza per quanti ne fossero pin possesso. Sarà istituito un servizio di monitoraggio sulle denunce per stabilirne la veridicità. Oggi si puniscono queste violenze sol con il ritiro della patente.